Nonostante creare contenuti sia diventata una sorta di formula strategica molto diffusa, non tutti li usano in maniera corretta: nel post di oggi vedremo i 9 errori più comuni e vi spiegherò come evitarli. Personalmente ho commesso ogni singolo errore che vedremo, solo dopo ho compreso che erano proprio loro a non farmi ottenere risultati con i miei post, email o contenuti in generale.

Pubblicare contenuti online è inutile se non ottengono risultati e spesso, per diversi motivi, commettiamo diversi errori. Ho fatto una lista dei più frequenti che mi capita di vedere. Scopri se anche a te o alla tua azienda capita di commetterne e quali sono.

Vedremo insieme i 9 errori che devi assolutamente conoscere e quindi evitare:

  • #1: Mettere troppe CTA (Calls To Action) in una pagina.
  • #2: Usare troppe “Buzzwords” ovvero paroloni che confondono il messaggio.
  • #3: Layout delle Pagine confusi.
  • #4: Copiare il contenuto senza metterci del tuo.
  • #5: I Sottotitoli non guidano il lettore a leggere l’intero contenuto.
  • #6: Scrivere contenuti “How To” senza dare niente di pratico.
  • #7: Email a freddo con copy imbarazzante.
  • #8: Email con tante CTA.
  • #9: Le Persone pensano troppo al loro stile e meno a quello del lettore.

Ma non ci fermiamo qui, adesso vediamo in dettaglio ogni singolo errore e come risolverlo velocemente.

Errore #1: Mettere troppe CTA (Calls To Action) in una pagina.

Perché non va bene:

  • Confondono il lettore e rendono difficile prendere una decisione.
  • Non ti aiutano a scrivere un messaggio mirato e focalizzato.
  • Danneggiano i tuoi tassi di conversione.

Soluzione rapida:

  • Scegli una CTA per singola pagina.

Risultato:

  • Tassi di conversione migliori e un contenuto più forte.

Errore #2: Usare troppe “Buzzwords” ovvero paroloni che confondono il messaggio.

Perché non va bene:

  • Sono vaghi e confondono.
  • Non dicono nulla al lettore su di te o sul tuo prodotto o servizio.
  • Danneggiano i tuoi tassi di conversione.

Soluzione rapida:

  • Sostituisci i “paroloni” con un linguaggio semplice e diretto che anche un bambino di quinta elementare possa capire.

Risultato:

  • Tassi di conversione migliori e messaggio di vendita più forte.

Errore #3: Layout delle Pagine confusi.

Perché non va bene:

  • Sono difficili da leggere.
  • Distraggono dal tuo testo.
  • Danneggiano i tuoi tassi di conversione.

Soluzione rapida:

Crea la versione più semplice possibile della pagina. Usa:

  • Parole semplici.
  • Layout semplici.
  • Spiegazioni o messaggi semplici.(ricordati che devi far finta di scrivere a un bambino)

E non dimenticare di usare una sola CTA per singola pagina.

Risultato:

  • Lettori più felici e migliori tassi di conversione.

Errore #4: Copiare il contenuto senza metterci del tuo.

Perché non va bene:

  • Di solito si finisce per creare contenuti superficiali e non molto utili.
  • È noioso.
  • Rischi di ottenere l’effetto opposto.

Soluzione rapida:

  • Invece di cercare di scrivere un articolo già letto e riletto, prendi spunto e inserisci all’interno storie personali o esperienze (o intervista qualcuno in linea con il contenuto).

Risultato:

  • Contenuto migliore e maggior coinvolgimento.

Errore #5: I Sottotitoli non guidano il lettore a leggere l’intero contenuto.

Perché non va bene:

  • Rendono il contenuto difficile da comprendere.
  • Si spreca una grande occasione per aiutare il lettore a comprendere.
  • I lettori “pigri” si limiteranno a rimbalzare la parte.

Soluzione rapida:

  • Usa sottotitoli descrittivi.

Punta a raccontare la storia solo usando i sottotitoli (in modo da far leggere anche ai lettori pigri).

Risultato:

  • Contenuto più coinvolgente. I tuoi lettori saranno molto più propensi a continuare la lettura del contenuto.

Errore #6: Scrivere contenuti “How To” senza dare niente di pratico.

Perché è un male:

  • Non aiuti i lettore ad agire dopo aver letto il contenuto.
  • Non riesce davvero ad aiutare il lettore.
  • Senza azioni concrete o da poter provare subito, il lettore dimenticherà il contenuto molto presto.

Soluzione rapida:

  • Aggiungi sempre azioni concrete in ogni tuo contenuto.

(Esempio: Aggiungi una scheda a fine post con il riassunto dei passi da fare)!

Risultato:

  • Migliora il Contenuto e rende più felici i lettori. Scrivere contenuti “pratici” rende l’articolo MOLTO più condivisibile.

Errore #7: Email a freddo con copy imbarazzante.

Perché non va bene:

  • Spegne immediatamente l’entusiasmo del lettore.
  • Può portare il lettore a cancellarsi dalle email.
  • Non converte.

Soluzione rapida:

  • Invece di usare “inutili” tentativi di vendita, prova:

A essere il più conciso possibile. Immagina di avere una conversazione amichevole e casuale con uno sconosciuto in un bar o in un caffè. Questo è il tono che dovresti usare.
Cerca di offrire del semplice e ovvio valore senza chiedere nulla, non provare a vendere a estrani. Chiederesti dei soldi ad un perfetto sconosciuto che incontri per caso al bar? Certo che no…

Risultato:

  • Migliori le relazioni e migliori conversioni.

Errore #8: Email con tante CTA.

Perché è un male:

  • Riducono al minimo le tue conversioni.
  • Una volta che un lettore clicca su un link, è improbabile che torni all’email per cliccare anche l’altro link.
  • Finiscono per sembrare confuse. “Leggi questo”, “Clicca qui”, “Compra questo”…qual è il punto?

Soluzione rapida:

  • Attieniti a una CTA per singola email.

Risultato:

  • Email più coinvolgenti e conversioni migliori.

Errore #9: Le persone pensano troppo allo stile + formato delle loro email.

Perché è un male:

  • Si finisce per rimanere bloccati sul formato invece che concentrarsi sull’efficacia.
  • Passi molto tempo a scrivere qualcosa che potrebbe non funzionare.
  • Si finisce per non avere altre versioni da testare.

Correzione rapida:

Scrivi 3 versioni diverse:

  • Breve
  • Media
  • Lunga

Risultato:

  • Ti muoverai più velocemente, e potrai testare. A lungo termine questo ti aiuterà a farti un’idea del tuo pubblico e di cosa gli piace leggere.

Bene, siamo arrivati al termine di questo lungo articolo dove abbiamo visto 9 errori comuni che quasi sempre rendono i nostri contenuti inutili o poco performanti. Porre rimedio a questi errori è relativamente semplice, ti basterà seguire il suggerimento dato per errore.

A essere sincero la lista degli errori poteva essere molto più ampia. Spesso mi “scontro” con imprenditore che pensano che “colorare” le email sia cosa buona e saggia. Oppure che scrivere post lunghi sia noioso perché loro non li leggono (per fortuna che poi il target la pensa diversamente).

Purtroppo queste false credenze rovinano quello che di buono si fa in ambito marketing o aziendale, ed è esattamente quello che ho fatto anche io moltissimi anni fa. Pensavo che il mondo funzionasse come me o che le persone pensassero come me. ben presto ho compreso che invece era esattamente il contrario.

Se questo può aiutarti, non fare gli errori che ho fatto io. Se vuoi, puoi richiedere la speciale consulenza strategica gratuita di 60 minuti con me o con un mio collaboratore. Potrai farci tutte le domande che vuoi e toglierti ogni dubbio possibile.

Questo si traduce in meno errori, più efficacia e più velocità. Ci sono ancora pochi posti liberi per la consulenza, non perdere l’occasione…

Al prossimo articolo di valore

– Giando