Fare una campagna pubblicitaria che funzioni e produca risultati non è un gioco da ragazzi. Serve studio, strategia e metodo! Ma aspetto più importante serve conoscere gli elementi fondamentali che la compongono.

In questa prima parte andremo a vedere insieme la struttura base di una solida campagna marketing di successo. Che vuol dire “di successo”? In sostanza che vende e porta clienti, questi sono gli unici obiettivi che determinano il risultato di una campagna marketing o pubblicitaria.

In questo post ti guiderò attraverso 13 elementi fondamentali per realizzarne una. Stiamo parlando di mettere insieme il corpo della campagna marketing dall’inizio alla fine.

La cosa bella è che, nonostante la maggior parte dei marketer e degli imprenditori pensano, non è necessario creare una campagna marketing seguendo un ordine preciso. Gli elementi che vedremo insieme, potranno essere mixati o mischiati tra loro. In pratica puoi creare la tua campagna di marketing utilizzando questi 13 elementi, ma seguendo l’ordine che meglio si presta al tuo caso.

Quello che stai per vedere è la struttura di base una campagna marketing. 13 elementi che probabilmente conoscerai solo in parte, infatti alcuni sono assolutamente nuovi e poco “urlati” sul web.

Bene, Cominciamo…

#1 – Attenzione:

Il più grande beneficio, il più grande problema che puoi risolvere. Il primo elemento o la prima parte della tua campagna di marketing è ottenere attenzione. Questo lo si fa tipicamente con il titolo.

Qui è dove ci concentriamo su quel beneficio significativo, quel problema impellente che puoi risolvere.

Di nuovo, dovrai provare a guardare il mondo dalla prospettiva del potenziale cliente e nella tua campagna di marketing dovrai includere qualcosa d’interessante da dirgli. Comincia con l’ottenere la sua attenzione.

Ricorda, questo è il lavoro che deve svolgere il titolo. Abbiamo parlato di usare benefici e curiosità nella headline che userai.

#2 – Interesse:

Il motivo per cui dovrebbero interessarsi a quello che hai da dire. Generiamo interesse verso quello che hai da dire al tuo potenziale cliente.

Generiamo interesse parlando in dettaglio dei benefici o il beneficio che abbiamo dichiarato nel titolo. Non limitarti a scriverli, mostrali…

Mostriamo loro cosa può cambiare nella loro vita il tuo prodotto o servizio.

Attiriamo la loro attenzione con l’headline, e poi generiamo interesse con le prossime 300, 400 parole di copy (tecnicamente chiamato LEAD)

#3 – Problema:

Poi mettiamo in evidenza il problema che il potenziale cliente sta affrontando.

In altre parole, tocchiamo il problema, l’ostacolo, la delusione, la cosa di cui vogliono sbarazzarsi nella loro vita, o quello che manca nella loro vita e che vogliono fortemente.

#4 – Soluzione:

Dopo aver introdotto il problema, introduciamo realmente la soluzione. Qui è dove otteniamo la loro attenzione.

  • Generiamo interesse.
  • Tocchiamo il problema.
  • Agitiamo il problema, e poi gettiamo una zattera di salvataggio.
  • Introduciamo la soluzione a problema.
  • Il prossimo è…

#5 – Credibilità:

Dopo aver introdotto la soluzione, ovviamente, dobbiamo stabilirne la credibilità.

  • Perché dovrebbero ascoltarti?
  • Perché dovrebbero crederti?
  • Perché dovrebbero accettare quello che hai da dire sulla soluzione del loro problema?

Poi si passa a…

#6 – Prove:

Forniamo le prove del perché la tua soluzione funziona. Non basta dire che il nostro prodotto ti aiuta a perdere grasso, dobbiamo mostrare prove su prove affinché il lettore possa fidarsi e lo possa fare anche con parole altrui (e non solo le nostre). Per esempio, mostrare testimonianze, certificati, prestito di autorità ecc…

Scaviamo dentro, e continuiamo con…

#7 – Benefici:

Mostra loro tutti i modi in cui la loro vita migliorerà.

Dopo aver dato la prova del perché la tua soluzione funziona, focalizziamoci su tutti i diversi modi in cui questa soluzione migliorerà la vita del tuo cliente.

Glielo stiamo dicendo, quindi prima di espandere la soluzione, dobbiamo stabilendo la credibilità per te.

Dopo che la tua credibilità è stata stabilita o la credibilità della persona dietro il prodotto o servizio, diamo la prova del perché quella soluzione funziona.

Dopo aver dato la prova che funziona, condividiamo tutti i diversi benefici che il potenziale cliente può sperimentare con la soluzione.

Poi…

#8 – Offerta:

Poi presentiamo l’offerta.

Mostriamo l’offerta completa, presentando i prodotti, le caratteristiche, i benefici, il prezzo, i termini, le garanzie, i bonus, il motivo per comprare ora, ecc.

Poi si passa a…

#9 – Chiamata all’azione (CTA):

Poi fissiamo una chiamata all’azione.

Diciamo al potenziale cliente esattamente cosa fare e come fare.

Ricorda, l’offerta e chiamata all’azione sono il cuore di ogni campagna marketing.

Dobbiamo dire loro cosa fare, cioè clicca il pulsante, inserisci i tuoi dati, premi invio, e avrai accesso immediato al prodotto o servizio o consulenza.

Ora passiamo a…

#10 – Future Pacing – Come sarà il loro futuro se non agiscono.

Dopo aver dato loro la chiamata all’azione, forniamo una sorta di avvertimento. Quello che stiamo facendo di nuovo è ricordargli il loro problema.

Stiamo dipingendo un quadro di come saranno le cose se non agiscono, o se non agiscono oggi o non scelgono la tua soluzione. Stiamo portando l’utente nel futuro. Stiamo dipingendo un quadro di ciò che può accadere o sperimentare se non agiscono oggi.

Continuiamo con…

#11 – Urgenza:

Questo è di nuovo un valido motivo per agire. Per esempio, ci sono solo un numero limitato di copie o di posti. Ci sono dei bonus che possono avere se acquistano entro le prossime 24 ore ecc…

Questo è molto importante, fornisce quel senso di urgenza che altrimenti l’utente non avrebbe. Di conseguenza tenderebbe ad agire più avanti o non agirebbe affatto.

Il prossimo…

#12 – Riaffermare i benefici:

Torniamo a riaffermare i benefici, cioè li motiviamo ad agire ora. Gli ricordiamo tutti i modi in cui la loro vita può essere migliorata comprando la tua soluzione. Potresti usare dei bullett point con un elenco dei benefici integrati nel tuo prodotto o servizio.

Ok, siamo arrivati all’ultimo…

#13 – Chiamata finale all’azione:

Poi diamo loro una chiamata finale all’azione.

Li incoraggiamo ad agire.

Esempio: “Clicca il pulsante qui sotto ora e prova la gioia di avere un bellissimo prato verde”. Come vedi nella chiamata all’azione è integrato anche il beneficio. Questo tipo di CTA funziona meglio rispetto ai classici “Clicca qui” o “Compra” ecc…

Questi sono i tredici elementi, e questo è l’ordine che ho scelto. Come anticipato, l’ordine non è importante. È fondamentale invece inserire questi elementi in ogni campagna di marketing o inserzione o email di vendita o landing page…

Come vedi realizzare una campagna pubblicitaria o di marketing richiede conoscenze specifiche e richiede diversi elementi che devi assemblare tra di loro. Se ti piacerebbe mettere su una campagna marketing  che funzioni, puoi sfruttare la speciale consulenza strategia gratuita =>>

60 minuti con me, avrai accesso immediato a tutto quello che vuoi, potrai passo dopo passo farmi vedere il tuo marketing o le tue campagne.

In questo modo puoi avere una sorta di consulente che ti guida nel capire gli errori senza tirar fuori un solo centesimo. Vedremo rapidamente come rendere le tue campagne redditizie e scalabili.

Ti aspetto in consulenza…

– Giando

Condividi il post sui Social...

Published On: Giugno 26th, 2021 / Categories: Blog, News / 0 Comments / Views: 6 /
0 0 voti
Dai un voto al post!