Metti comodo, oggi affronteremo un argomento molto importante se fai inserzioni su Facebook e Instagram. Silenzia il cellulare, mettiti comodo e iniziamo questa fantastica guida che ti spiegherà in SOLI 6 step come fare un controllo efficace delle tue inserzioni.

Intanto spieghiamo cosa sono gli audit di Facebook Ads e perchè sono importanti. Gli audit servono a valutare le prestazioni complessive delle tue campagne. In questo post vedremo esattamente ciò che va in un audit di Facebook Ads, come eseguirlo, e ti forniremo un modello gratuito di audit da usare su Facebook Ads per rendere il processo più facile.

Cos’è un audit di Facebook Ads?

Un audit di Facebook Ads è una revisione completa e approfondita di tutto ciò che accade nelle tue campagne pubblicitarie su Facebook. Puoi eseguire audit settimanalmente, ma è importante rivedere i tuoi account nelle seguenti circostanze:

  • Periodicamente, tipo una volta al mese, per assicurarti che tutto stia andando secondo i piani.
  • Ogni volta che prende in mano la gestione degli annunci di un nuovo cliente
  • Se c’è un problema con il rendimento delle campagne esistenti.
  • Quando vuoi apportare modifiche alle tue campagne per ottimizzarle ulteriormente, o quando hai testato una nuova strategia.

Un audit esamina tutte le metriche delle tue campagne pubblicitarie, compresi i risultati e i costi che stai sostenendo. Gli audit approfonditi (che ti consigliamo vivamente di fare) esaminano anche le strategie che usi, il pubblico a cui ti rivolgi e gli strumenti pubblicitari che usi.

Senza audit approfonditi, può essere difficile valutare veramente come le vostre campagne stanno funzionando e cosa sta influenzando i risultati. Le verifiche possono aiutare a identificare le tendenze e i modelli in modo da poter creare campagne migliori sia a breve che a lungo termine.

Come eseguire un audit di Facebook Ads?

La revisione di Facebook Ads comporta diversi passaggi e un sacco di dati che è necessario conoscere e analizzare. Pertanto, ti consiglio di seguire il processo passo dopo passo e compilare i dati per monitorare meglio i trend.

Vedremo insieme i sei step essenziali che entrano in gioco quando si conduce un audit di Facebook Ads. Potrebbero non essere tutti applicabili, ma leggi comunque ogni passo per essere sicuro di non sbagliare. Ricorda, a volte si possono saltare alcuni step non utili.

1. Ottenere un accesso adeguato all’account in questione.

La prima cosa che devi fare, se possibile, è ottenere l’accesso all’account pubblicitario di Facebook che vuoi controllare. Alcune agenzie chiedono ai loro clienti di inviare semplicemente i rapporti di analisi, ma è molto più efficace ottenere l’accesso all’analisi direttamente. Ci sono diverse ragioni per questo:

  • A volte potresti volere più dati di quelli inclusi nei rapporti standard, come la frequenza o il CTR (che puoi aggiungere alla dashboard, ma non c’è di default)
  • Puoi vedere più informazioni sulle campagne invece di affidarti solo alle informazioni dei report statici, il che può aiutarti a fare un controllo più approfondito
  • Puoi vedere come le prestazioni sono cambiate nel tempo.

2. Rivedere e scaricare le metriche.

Una volta che hai accesso agli account, puoi iniziare a guardare le metriche.

Su Business Manager, puoi visualizzare i dati delle tue campagne attuali e hai la possibilità di aggiungere altri campi di metriche alla dashboard. Puoi anche creare report personalizzati per saperne di più.

Se vuoi capire elementi particolari o dettagliati come le strategie creative, le immagini e le offerte che corrispondono a un pubblico target, probabilmente ti servirà guardare le cose a livello di annuncio, quindi scarica quei rapporti. È possibile scaricare il rapporto in un file CSV o Excel. Assicurati che i tuoi rapporti includano metriche importanti, tra cui le seguenti:

  • CTR
  • Risultati (o conversioni)
  • Costo per azione
  • Reach o Portata
  • Valutazione qualità
  • Click
  • Importo speso

Puoi anche scaricare immagini da questa dashboard, compresi i grafici che possono essere utili ai clienti o ad altri.

3. Creare un file di rapporto di audit

Prima di iniziare l’audit vero e proprio per rivedere l’analitica che hai appena scaricato, ti consigliamo vivamente di creare un documento di report, per cominciare. Questo ti renderà più facile inserire le informazioni dove sono necessarie.

Nella prossima sezione, vi mostrerò il mio modello di audit di Facebook Ads. Tuttavia, se si vuole iniziare da zero, si consiglia di utilizzare un programma simile a Excel come Google Sheets. Questo ti permetterà di aggiungere commenti, note e campi aggiuntivi.

Nella mia esperienza, l’utilizzo di un documento Excel è più efficace per la compilazione delle informazioni, e l’utilizzo di un’opzione standard in stile Word può essere utile.

Puoi caricare il tuo file CSV con i dati di visualizzazione in Excel che userai in futuro.

4. valuta il valore delle tue diverse campagne e del tuo pubblico

Esamina le tue varie campagne e i tuoi annunci e cerca di capire ciò che funziona e ciò che non funziona.

Per gli account più piccoli, è possibile rivedere ogni annuncio individualmente. Per gli account più grandi con centinaia di annunci diversi, è possibile guardare gli annunci più performanti nelle tue campagne più performanti.

Suddividete il tutto per obiettivo, pubblico e fase del funnel a cui vi rivolgete. Presta attenzione a quanto segue:

  • Ci sono pubblici che sembrano avere un valore particolarmente alto, o ci sono pubblici che non convertono costantemente? Un negozio di gelati potrebbe lanciare una campagna mirata agli utenti vegani per vendere il gusto vegano, per scoprire che non performa.
  • Verifica quali annunci sono stati più efficaci durante i test. Verifica gli elementi come il testo, parole specifiche nel messaggio o video, annunci a carosello o annunci con un’immagine.
  • Quale fase del funnel di vendita stai raggiungendo più efficacemente. Le tue campagne per il pubblico freddo stanno ottenendo molti click, ma i tuoi annunci di lead generation non stanno funzionando bene?
  • Controlla eventuali lacune nella tua campagna, come molti click ma nessuna conversione; questo potrebbe essere un problema legato alla landing page, target, o anche un problema nel processo di checkout. Quando vai a verificare cosa non funziona, si guarda la pagina di destinazione, le pagine dei prodotti e anche il processo di checkout. Se c’è un problema con le conversioni, uno di questi elementi potrebbe essere la causa. Controlla tutto sia su desktop che su mobile.
  • Prendi appunti mentre vai avanti, annotando annunci o campagne specifiche che puoi segnalare se necessario.

5. Rivedere tutti gli strumenti pubblicitari che usi.

Mentre gli angoli, il targeting e le offerte sono parti importanti di Facebook Ads, gli strumenti che usi sono altrettanto importanti per il potenziale successo. In questa fase, assicurati che tutto sia in ordine e rivedi gli strumenti che stai usando attualmente. Questi includono i seguenti:

  • Assicurati che il pixel sia installato correttamente e che gli eventi siano impostati correttamente per il monitoraggio.
  • Dai un’occhiata al tuo pubblico personalizzato. I pubblici che avete sono attivi? Ci sono dei problemi, come ad esempio il retargeting dei clienti che hanno visualizzato le pagine prodotto, ma non è stato rimosso il numero di utenti che hanno effettivamente acquistato? Non ha senso mostrare ai clienti articoli che hanno già acquistato.
  • Controlla i tuoi cataloghi prodotti. I tuoi cataloghi sono aggiornati? E le categorie di prodotti sono ottimizzate?
  • I tuoi moduli per i lead sono impostati bene? Chiedono abbastanza informazioni per qualificare un potenziale cliente senza spaventarlo?

Ti consiglio di guardare la struttura dei tuoi annunci includendo quanto segue:

  • Le campagne sono organizzate in un modo che abbia senso?
  • È facile trovare le campagne per nome?
  • Il linguaggio utilizzato nel Business Manager è congruente?
  • È possibile vedere di cosa tratta un annuncio senza doverci cliccare sopra?

6. Compilare le informazioni in un rapporto.

Hai molti dati a portata di mano, e ora hai bisogno di elencarli e organizzarli in un rapporto. Il rapporto dovrebbe includere quanto segue:

  • Informazioni e immagini sulle prestazioni degli annunci, comprese le metriche chiave discusse in precedenza.
  • Approfondimenti su quali campagne, annunci, strategie e strumenti promozionali stanno funzionando bene, utilizzando almeno diversi esempi di annunci per illustrare le tendenze
  • Approfondimenti su quali campagne non funzionano e perché, usando la stessa formattazione di sopra.
  • Dati sul pubblico più e meno performante. Questo può aiutarvi a cambiare le vostre campagne o a determinare su chi dovreste concentrarvi in futuro.
  • Tutto ciò che hai notato che potrebbe penalizzare le performance della campagna, come ad esempio landing page deboli, processi di checkout complicati, targeting errato, scelta delle parole, ecc.
  • Aree che potrebbero essere migliorate, e (se rilevante per l’audit) suggerimenti su come si può correggere o migliorare gli annunci esistenti.
  • Un rapporto su tutto ciò che deve essere risolto con gli strumenti o la struttura degli annunci di Facebook, compresa l’organizzazione degli annunci o i cambiamenti con il pixel di monitoraggio
  • In fine un riepilogo concreto della vostra posizione attuale e che obiettivi si vogliono raggiungere.

Lo so, questi concetti sono noiosi e spesso complessi, ma quasi sempre sono questi gli aspetti che fanno la differenza tra una campagna di successo e una scarsa. Quando faccio formazione o tengo lezioni online, vedo e noto il poco interesse in argomenti come l’audit.

Ma ti assicurò che spesso è grazie a report del genere che cambi le sorti delle vendite e delle tue aziende. Se l’argomento ti interessa, potrei sviluppare un report “fac-simile” da condividere e donare gratuitamente. Se interessato ti basta commentare sotto il post o scrivermi via email

Spero che questo post (tecnico) possa invece far capire a molti la complessità di Facebook ADS nel 2021. Non cadere in tentazione, evita di farti da solo le inserzioni, delega la gestione a un Media Buyer o esperto. Ne guadagni in soldi, salute e tempo.

Se invece vorresti delegare la gestione dei tuoi annunci a me, non ti resta che contattarmi o scrivermi…

– Giando

Condividi il post sui Social...

Published On: Settembre 15th, 2021 / Categories: Blog, News / 0 Comments / </